Concerto Agricantus a Locati: le foto

  • Agricantus: Federica Zammarchi

    Agricantus: Federica Zammarchi

  • Agricantus in concerto

    Agricantus in concerto

  • Agricantus in concerto

    Agricantus in concerto

  • Agricantus in concerto

    Agricantus in concerto

  • Agricantus in concerto

    Agricantus in concerto

Gli Agricantus in concerto a Locati (Bompietro-Palermo)
sabato 2 agosto 2104

Dopo un’interruzione di qualche anno gli Agricantus hanno deciso di rompere il silenzio e di tornare a suonare dal vivo. Dopo l’esibizione del concerto del 1° maggio a Roma e a poche settimane di distanza dall’uscita ufficiale del nuovo disco “Turnari”, avvenuta il 20 maggio 2014, la band ha condivisio il proprio progetto nella dimensione “live” con il proprio pubblico. Tanti i brani eseguiti in repertorio: dal loro singolo “Nsunnai” (uscito il giorno dell’equinozio di primavera) a “Turnari”, il brano che dà il titolo al nuovo album e presentato il 21 giugno con l’entrata dell’estate, dal nuovov repertorio ai brani più famosi come Istanbul Uyurken, Ciavula, Li Vuci ri l’omini, Carizzi r’amuri etc.

Gli Agricantus, guidati da Mario Crispi e Mario Rivera (fondatori del gruppo), saliranno sul palco con la loro nuova formazione, arricchita del talento di Federica Zammarchi (che già si è distinta nelle sue performance vocali ed è stata apprezzata dalla critica nazionale), Giovanni Lo Cascio, raffinato batterista italiano e Giuseppe Grassi, giovane talentuoso della mandola e del mandoloncello. Con loro sul palco anche due amici di lunga data: Massimo Laguardia ai tamburi a cornice del Sud Italia, già fondatore di Agricantus insieme a Crispi e Rivera, ed Enzo Rao, al violino acustico ed elettrico.

Le foto sono di Cinzia Garofalo

Share : facebooktwittergoogle plus

Nuovi e vecchi incontri ed ospiti speciali di Agricantus

Agricantus 2013

Era ora!
Con i concerti di Finale di Pollina e di Lascari abbiamo provato un rinnovato piacere nel suonare insieme ad un amico e compagno di viaggi musicali di antica data, anzi, proprio degli esordi: Massimo Laguardia. Egli è divenuto, ormai da tanti anni,  un grande esperto di tamburi, tammorre e tamburelli e siamo orgogliosi di averlo, quando possibile, come ospite speciale nei nostri concerti in quanto testimone di tante latitudini musicali e dell'energia di una nostra musica insulare.

Un altro piacevole incontro è stato anche quello con Enzo Rao, che, sebbene già coinvolto in altri progetti artistici tangenti, è stato per la prima volta a suonare sul palco Agricantus portando con se la sua sensibilità musicale meditarranea senza tempo e confini.

 

 

 

 

 

 

Share : facebooktwittergoogle plus

Translate »