Agricantus: riconoscimento impegno sociale

Domenica 26 gennaio 2014, Castellana Sicula (Palermo)

Gli Agricantus ricevono un riconoscimento di impegno artistico sociale in occasione del concorso "E se ognuno fa qualcosa…" in ricordo di Don Pino Puglisi con la seguente motivazione: "Al gruppo Agricantus che con il video “Uommene” ha contribuito a raccontare un tema tristemente e ferocemente attuale come la violenza sulle donne, un fenomeno sociale che ha come comun denominatore la violenza, l’arroganza, la sopraffazione, l’umiliazione e l’ignoranza".
Questo il link dell'iniziativa.

E se ognuno fa qualcosa… Edizione 2013

Share : facebooktwittergoogle plus

Agricantus all’AltaQuota Studio di Petralia Soprana

Abbiamo registrato qui, sulle nostre montagne di Sicilia: le Madonie.

Agricantus ad AltaQuota StudioEd il nostro viaggio di ripresa e ripercorrenza, come la nostra anima Agricantus ci impone, passa da questi luoghi poichè ci sembra importante riconsiderare il nostro rapporto con la terra, con la storia e con la gente di cui siamo intrisi e di cui siamo fatti. Suonare in queste terre, oltre che di grande ispirazione, ci serve anche a ri-costruire legami forti, che in questo momento storico si rivelano importanti e quanto più necessari per non perdersi in un mondo virtuale e pieno di solitudini.

Ricercare questo è per noi un impegno che però ci risulta leggero e naturale. E infatti è attraverso la condivisione delle idee e, nel nostro specifico caso, dei sentimenti e delle emozioni che vogliamo rapportarci con questi contesti.

La scelta di transitare ad AltaQuota diviene quindi una preziosa opportunità poichè, dall'alto di Petralia Soprana, si osserva l'entroterra della Sicila, si alimentano i sensi con il giusto equilibrio e si respira un'aria pulita antica e moderna.

Leonardo ci ha invitato e noi siamo venuti con molto piacere a registrare voci, strumenti e sensazioni nell'attesa di condividere i nostri appunti emotivi musicali con il mondo con cui vogliamo interagire.

guarda la gallery di alcuni scatti cliccando sulla foto

 

Share : facebooktwittergoogle plus


Uommene: il video ufficiale con Agricantus

Agricantus partecipa al video ufficiale "Uommene”.

Musica, Voci e Immagini, emozioni per raccontare la violenza sulle donne, tema tristemente e ferocemente attuale che la cronaca, con i suoi dati drammatici, mette all’ordine del giorno come fenomeno sociale, le cui radici vengono da lontano, da mondi e culture diverse, con un denominatore comune: la violenza, l’arroganza, la sopraffazione, l’umiliazione e  l’ignoranza.

Al progetto aderiscono da subito la redazione di Blob per la realizzazione di un cortometraggio, Amnesty International Italia da sempre in prima linea per la difesa dei diritti umani , la Casa Internazionale delle Donne di Roma e Legambiente.

Il progetto poi si sviluppa con la partecipazione di artiste di altre città, Roberta Alloisio (Genova), Roberta Albanesi (Roma) e Federica Zammarchi-Agricantus (Palermo), diventando quindi Cortometraggio- Videoclip – CD – Dvd e prendono forma una serie di eventi speciali,  in concomitanza con la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” indetta il 25 novembre dall’ONU.

Share : facebooktwittergoogle plus

Agricantus nel video “Uommene”

UOMMENELSiamo a Napoli. Le notizie sempre più angosciose e drammatiche che si inseguono e si sovrappongono, mettono in evidenza il problema della violenza sulle donne.
La violenza fisica e psicologica, il femminicidio.

Due artisti, Gino Magurno, autore-compositore dotato di una spiccata sensibilità e attenzione ai problemi sociali e Pietra Montecorvino, una grande interprete creativa e appassionata, si incontrano e danno inizio ad un percorso creativo con Compagnia Nuove Indye che da sempre è attenta alla musica quando questa è cultura, quando si riempie di significati e non è solo intrattenimento ma diventa altro.

Così nasce il progetto “Uommene”. Musica, Voci e Immagini, emozioni per raccontare la violenza sulle donne, tema tristemente e ferocemente attuale che la cronaca, con i suoi dati drammatici, mette all’ordine del giorno come fenomeno sociale, le cui radici vengono da lontano, da mondi e culture diverse, con un denominatore comune: la violenza, l’arroganza, la sopraffazione, l’umiliazione e  l’ignoranza.

Al progetto aderiscono da subito la redazione di Blob per la realizzazione di un cortometraggio, Amnesty International Italia da sempre in prima linea per la difesa dei diritti umani , la Casa Internazionale delle Donne di Roma e Legambiente.

Il progetto poi si sviluppa con la partecipazione di artiste di altre città, Roberta Alloisio (Genova), Roberta Albanesi (Roma) e Federica Zammarchi-Agricantus (Palermo), diventando quindi Cortometraggio- Videoclip – CD – Dvd e prendono forma una serie di eventi speciali,  in concomitanza con la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” indetta il 25 novembre dall’ONU.

Sabato 23 novembre, alle 18,30, ci ritroveremo alla Casa Internazionale delle Donne di Roma (Via della Lungara , 19 – Sala Lonzi) , che ha sostenuto il progetto, per presentarlo  insieme alle quattro artiste, ad Amnesty International Italia,Blob , a Compagnia Nuove Indye e Legambiente .
Durante la serata saranno lette alcune poesie di Alda Merini.

Il progetto continuerà nel 2014, con altri eventi e la partecipazione di altre artiste, non solamente italiane, che vogliono sottolineare l’importanza di questo dramma sociale, attraverso la propria lingua d’appartenenza e la cultura del proprio territorio.

Share : facebooktwittergoogle plus

1 5 6 7 8
Translate »