Agricantus: è l’ora di una “reunion”!

Agricantus2013-04bn

agricantus  torna a viaggiare tra le sonorità e le storie del mondo con una nuova formazione vissuta in chiave di “reunion”.

Il gruppo è nato alla fine degli anni ’70 (1979) a Palermo da un gruppo di adolescenti che, innamorati della musica e della poesia della propria terra come di musiche e culture di altri paesi e continenti, hanno intrapreso un percorso artistico e di ricerca fatto di numerosi viaggi verso luoghi, popoli ed epoche remote. Fin dall’inizio i suoi membri fondatori hanno affrontato un lavoro collegiale e, nel tempo, mentre alcuni di loro hanno lavorato per lunghi periodi insieme, altri  hanno invece imboccato strade parallele o altre direzioni. Sta di fatto che la storia di questo longevo gruppo si è intrisa di tante tappe e successi raggiunti, facendoli divenire il gruppo rappresentativo della world music italiana negli anni 90. La sua attività però ha visto un progressivo rallentamento dopo la prima metà del primo decennio degli anni 2000 fino a fermarsi nel 2008, a causa di una lenta disgregazione e del desiderio dei membri rimasti di interrompere il lavoro d’insieme e dedicarsi esclusivamente ai progetti personali.

Nell’ottobre del 2012 Mario Crispi e Mario Rivera, entrambi fondatori del gruppo ed il cui lavoro insieme si era interrotto bruscamente nel 2004, tornano ad incontrarsi e, ritrovandosi d’accordo nelle motivazioni che li avevano portati a fondare il gruppo, elaborano un’idea di reunion esprimendo la volontà di riprendere il progetto artistico agricantus secondo le iniziali modalità di impegno, ricerca artistica e musicale, collegialità e coinvolgimento emozionale.

L’idea, proposta a tutti coloro i quali hanno contribuito creativamente alla storia recente di agricantus, trova l’adesione favorevole di Pivio & Aldo De Scalzi, in qualità di compositori (alcune delle hit più note del gruppo portano la loro firma), di Giuseppe Panzeca, già membro da tanti anni ed come esperto di plettri per le versioni discografiche dei brani, del batterista/percussionista Giovanni Lo Cascio, già coinvolto in altri progetti paralleli, di Nemas (al secolo Nello Mastroeni) già membro dei Kuntsertu, coetanei e “fratelli” messinesi di agricantus, coinvolto in questa occasione in veste di compositore. L’idea viene accolta in maniera entusiastica anche dalla Compagnia Nuove Indye, etichetta storica di agricantus che ne ha prodotto tutta la discografia ufficiale, e che, in occasione di questa reunion, propone il coinvolgimento di Federica Zammarchi come cantante del gruppo, brava ed interessante musicista gravitante nell’area delle produzioni di “musica altra” dell’etichetta.

Read more

Share : facebooktwittergoogle plus